Navigation

Assalto alle Alpi

Il Monte Tamaro, che non ha più piste da sci, propone una "slittovia" estiva, un parco avventura e un parco acquatico. Ospita inoltre una chiesa progettata da Mario Botta. Keystone

Un assalto del turismo di massa sta trasformando le Alpi in Svizzera. È la disneylandizzazione delle montagne, come la chiama l'etnologo Bernard Crettaz. Ma questo cambiamento è davvero necessario?

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 settembre 2018 - 08:30
Paolo Bertossa e Gaetano Agueci, tvsvizzera.it/ri con RSI (Falò)

Le offerte turistiche classiche sono soppiantate sempre più da offerte di divertimento e di intrattenimento che poco o nulla hanno a che fare con la montagna tradizionale: piste di slitta estive, parchi avventura, sport estremi.

Secondo i promotori turistici, senza divertimento non ci sarebbero più prospettive. Il settimanale di approfondimento della RSI FalòLink esterno ha deciso di salire in quota per rendersi conto dei cambiamenti in atto.

La Svizzera degli arabi

Il secondo servizio della trasmissione, firmato da Marianne Kägi, è incentrato sul turismo arabo. 

Contenuto esterno

I visitatori adel Golfo sono tanti e spendono molto, contribuendo in buona misura alla prosperità dell’economia. Ma chi sono? Perché adorano la Svizzera? All'orizzonte, si profila il voto sull'iniziativa anti-burquaLink esterno, che potrebbe metterli in fuga.




Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.