Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Aggressore un ex marine Sparatoria in un locale in California, 13 morti

Due giovani si abbracciano attorniate da alcune persone; in primo piano, sfocato, nastro giallo 'Crime scene' della polizia

Hanno perso la vita 12 persone più l'aggressore, che si sarebbe suicidato.

(Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved.)

Tredici persone hanno perso la vita in una sparatoria a Thousand Oaks, California, in un locale che ospitava una festa studentesca. Tra i morti anche l'aggressore, un ex marine di 28 anni.

L'autore della strage, riferisce lo sceriffo Geoff Dean, aveva avuto problemi mentali ma aveva comprato l'arma legalmente. Nel locale, c'erano circa 150-200 persone quando ha aperto il fuoco.

Per ora, gli inquirenti non hanno alcuna idea sul movente della sparatoria. Tendono a escludere che il luogo sia casuale: in passato l'uomo era rimasto vittima di percosse nello stesso locale.

Soffriva di stress post-traumatico

L'aassalitore ha servito nei Marines dal 2008 per cinque anni, durante i quali è stato decorato con 10 medaglie. Ha prestato servizio anche in Afghanistan.

Alcuni vicini, che all'inizio di quest'anno chiamarono la polizia per lamentarsi di forti rumori provenienti dalla sua abitazione, hanno riferito che soffriva di disordini mentali post traumatici legati alla sua esperienza militare.

In aprile, inoltre, gli agenti furono chiamati a casa sua per un diverbio domestico e lo videro agire in modo irato e irrazionale. Un team per la crisi mentali chiamato sul posto concluse però che non era necessario sottoporlo ad alcun trattamento né tenerlo sotto osservazione.

La dinamica della sparatoria

Una 21enne riferisce al Los Angeles Times che l'aggressore è "entrato dalla porta principale, aveva un cappello nero, guanti e camicia neri, con la barba. Poi ha preso una pistola e ha sparato ad una donna che lavorava al front desk ed è iniziata la strage".

Gli investigatori precisano che ha usato una pistola calibro 45. Tra le vittime figura anche un sergente, morto in ospedale dopo essere interposto all'aggressore. Si è appreso che il poliziotto prevedeva di andare in pensione nel 2019 dopo 29 anni di servizio.

(1)

Servizio del TG sulla sparatoria in un bar della Californai nella quale hanno perso la vita 13 persone

Secondo il Los Angeles Times, il killer di Thousand Oaks -che si trova a 70 kilometri da Los Angeles- è arrivato al locale con l'auto della madre.

Quella di stanotte in California, secondo quanto riportato da USA Today, è la 307esima sparatoria di massa negli Stati Uniti quest'anno, in pratica una al giorno.

tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 08.11.2018)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box