Navigation

La dinamicità di Milano che piace agli svizzeri

Nata nel 1919, da quasi un secolo la Camera di Commercio Svizzera in Italia, che ha sede a Milano in Via Palestro, ha come obiettivo di promuovere le relazioni economiche fra i due Paesi, fornendo servizi di natura economica e fiscale e di svolgere attività di promozione e comunicazione. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 febbraio 2018 - 08:30
Andrea Canepari e Guido Mariani

Negli ultimi anni, la metropoli italiana è profondamente cambiata. Milano, che con la Svizzera ha dei rapporti strettissimi, si è trasformata non solo dal punto di vista urbanistico, ma anche dal profilo sociologico ed economico.

In questa serie vi proponiamo cinque interviste con altrettante personalità che Milano ce l'hanno nel cuore. Dallo scrittore all'economista, dalla politica al deejay, ci raccontano come hanno vissuto questa trasformazione.

End of insertion

Un servizio che vede nel capoluogo lombardo un naturale centro nevralgico. Giorgio Berner, presidente dell’istituzione dal 2009, crede che Milano negli ultimi anni abbia conosciuto uno sviluppo straordinario che ne ha cambiato la fisionomia rinforzandone il primato economico nel nord Italia ed è convinto che le possibilità di cooperazione e di scambio rappresentino una grande opportunità da entrambi i lati del confine. 

Se le grandi imprese svizzere presenti sul territorio italiano sono in gran parte già attrezzate per sviluppare relazioni e creare occasioni di sviluppo, non altrettanto si può dire delle piccole e medie imprese che hanno bisogno, in questo ambito, di consulenza, supporto e capacità progettuale. È questo quindi uno degli ambiti principali in cui agisce Swiss ChamberLink esterno. «Il nostro target è la piccola media industria – spiega Berner –, realtà non sempre facili da raggiungere, ma che siamo in grado di aiutare concretamente mettendo loro a disposizione le nostre conoscenze e il nostro staff professionale altamente qualificato». 

Un periodo ricco di prospettive

La crescita economica e il rinnovato clima di fiducia che Milano ha vissuto negli ultimi anni devono rappresentare un incoraggiamento all’imprenditoria svizzera a vedere in questo periodo un momento particolarmente ricco di prospettive. All’orizzonte ci sono anche, ricorda Berner, un contesto di ripresa che coinvolge tutta l’Italia e scambi più rapidi quando sarà completamente operativa la Nuova Trasversale Ferroviaria Alpina (la cosiddetta NEAT) che integrerà la Svizzera nella rete europea di alta velocità. Ma la Camera di Commercio Svizzera in Italia ha anche una missione culturale. Quella di trasmettere ai rispettivi paesi immagini veritiere e reali delle due realtà divise solo da un confine, ma spesso reciprocamente percepite sulla base di luoghi comuni e di pregiudizi. 

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.