Navigation

Niente cavalli, solo mucche sotto il cofano

A Rivergaro è sorto un innovativo impianto per la produzione di biometano con il letame degli animali in grado di fornire carburante per le automobili, il primo self-service in Emilia-Romagna a chilometro zero.

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 giugno 2022 - 13:00
Simone Della Ripa

L’innalzamento dei prezzi del carburante dovuto anche al conflitto tra Russia e Ucraina ha spinto molti a prestare attenzione a carburanti diversi da quelli tradizionali, a combustibili che non risentono di sconvolgimenti politici, finanziari, o guerre.

In questo contesto sta suscitando attenzione il progetto portato avanti dalla Cascina Bosco Gerolo in Valtrebbia, nel Piacentino, che si definisce “Fattoria Ecosostenibile”, la prima davvero “circolare” che sfrutta come risorsa energetica i reflui dei bovini trasformandoli in biometano, unificando poi sotto lo stesso tetto produzione casearia e produzione e distribuzione di energia.

Prima azienda di questo tipo

Va precisato che ci sono altre aziende che producono biometano, ma di solito la filiera di produzione vede coinvolte molte “ragioni sociali”, ossia diverse tipologie di altre aziende e spesso il biometano è immesso nella rete nazionale italiana. La peculiarità di questo luogo - come ha spiegato la contitolare Nicoletta Cella - consiste nell’essere un’unica azienda a conduzione familiare che coltiva le biomasse dedicate, raccoglie i sottoprodotti agricoli, genera i reflui zootecnici e li valorizza in un impianto di “digestione anaerobica” per produrre biogas e poi purificarlo in biometano.

L'impianto in cui attraverso una sorta di fermentazione viene prodotto il biogas. tvsvizzera

L’attività di verifica di ogni passaggio di produzione, partendo dalle materie prime al prodotto finito, è compiuta dai tecnici verificatori di Bureau Veritas che è ente terzo, verifiche che permettono di garantire la sostenibilità del biometano e di classificarlo come “avanzato”.

Economia circolare

Questo carburante viene erogato e distribuito alla collettività dall’interno della proprietà della fattoria tramite un distributore vero e proprio con una colonnina, con la pompa e lo stesso gas è utilizzato per fare il pieno anche ai mezzi agricoli che lavorano all’interno di Cascina Gerolo garantendo così un meccanismo virtuoso con un sistema produttivo che effettivamente dà valore all’economia circolare pienamente a chilometro zero.

Da dove il letame viene gestito a dove il gas viene erogato, vi sono circa 50 metri di distanza. Dalle stesse vacche alla pompa dove parcheggiano le auto in colonna in attesa di fare il pieno ve ne sono ancora meno.

Meno di 1,20 euro al chilo

Tale impianto eroga il gas a 1,19 euro al kg, un prezzo che spinge automobilisti a rifornirsi di giorno e pure di notte perché questo impianto è self-service, il primo in Emilia-Romagna. Con il distributore di Rivergaro (PC) il numero dei distributori di metano presso i quali è possibile in Italia effettuare il rifornimento di metano in modalità self-service 24/24 è salito a 19, mentre arriva ad oltre 1500 il numero complessivo dei distributori di metano attualmente operativi in Italia. A Km zero, con questo grado di circolarità e diffusione direttamente dove è prodotto, è praticamente unico.

Dal produttore al consumatore nello spazio di pochi metri. tvsvizzera

Oltre alla stalla, che conta circa 500 animali ed è altamente tecnologizzata per il benessere degli stessi, l’azienda ha un caseificio interno e produce prodotti alimentari per grossisti, ha un asilo al suo interno, può ospitare in regime di agriturismo sempre con una grande attenzione all’ambiente. Come detto, l’iter autorizzativo che permette di avere accesso anche ai fondi o sovvenzioni è stato lungo e scrupoloso, in questo caso ha avuto inizio nel 2018. L’auspicio dei molti utenti della pompa “naturale” che si fermano a fare il pieno in fattoria a Rivergaro è che altre aziende agricole possano prendere esempio da quanto fatto da Bosco Gerolo, utilizzando lo scarto come una vera risorsa in un momento storico dove il futuro dell’automobile e delle sue modalità di combustione sono al centro di dibattiti europei.

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?