Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Ondata di freddo La Siberia in Svizzera

Come previsto la notte tra martedì e mercoledì è stata la più gelida di tutto l’inverno. I fotografi che hanno affrontato l'ondata di freddo degli ultimi giorni sono però riusciti a catturare immagini magiche. 

Chi è uscito di casa mercoledì mattina si è ritrovato a dover battere i denti. La scorsa notte è stata la più fredda dell'inverno in pianura in Svizzera: in alcune zone si sono sfiorati i -20 gradi centigradi. 

Secondo i dati di MeteoNews, nelle aree di pianura a nord delle Alpi si sono registrare ovunque temperature sotto i -10 gradi. Nell'Entlebuch (tra i cantoni Berna e Lucerna) si è arrivati a -18.

Sopra i 1'000 metri il freddo è stato ancora più intenso. Sulla Glattalp (Svitto), stazione meteo nota per i record negativi, c'erano -36 gradi. Sull'Alpe di Buffalora (nei Grigioni) la colonnina di mercurio ha fatto segnare -30 gradi.

MeteoSvizzeraLink esterno indica come ragione dell'ondata di freddo il fenomeno conosciuto in meteorologia come Major Sudden Stratospheric Warming (major SSWLink esterno), un grande e improvviso riscaldamento della stratosfera che, nella sua discesa verso la troposfera (dove avvengono i fenomeni meteorologici) può dare origine a un'inversione della direzione dei venti. Il grande anticiclone formatosi sulla Scandinavia ha dunque portato aria fredda dalla Siberia. 

Come si può vedere nella galleria d'immagini, c'è stato anche chi ha saputo approfittarne. 

Entro giovedì ad alta quota è atteso un cambio di tendenza e la situazione dovrebbe diventare decisamente meno fredda. Ad un'altezza di 2'000 metri si passerà da -20 a 0 gradi.

swissinfo.ch e tvsvizzera.it/Zz/ats, foto Keystone