La televisione svizzera per l’Italia

Nemo accolto dai suoi fan in Svizzera

(Keystone-ATS) Nemo è arrivato ieri sera a Zurigo, visibilmente stanco ma molto felice. “Non mi sembra ancora tutto vero”, ha detto l’artista 24enne dopo essere stato accolto freneticamente da circa 100 fan all’aeroporto.

“Diventare improvvisamente qualcosa che è al di là di me, è assurdo”, ha detto Nemo in una conferenza stampa poco dopo il suo arrivo in Svizzera.

Il talento musicale si è rallegrato del fatto che oggi non erano previsti appuntamenti e ha l’intenzione di approfittare dell’occasione per rimanere in giardino. “Mi sdraierò e cercherò di rilassarmi un po'”, ha detto Nemo, che ha bisogno di un po’ di tempo per sé per mettere in prospettiva gli eventi del fine settimana.

Nemo si è presentato nell’area arrivi dell’aeroporto di Zurigo-Kloten alle 23.00, dove un centinaio di fan lo ha accolto con una frenesia di canti. Molti, per lo più giovani, portavano bandiere non binarie di colore giallo, bianco, viola e nero. Nemo aveva sfilato con questa bandiera sabato sera, durante la finale dell’Eurovision vinta a Malmö (Svezia).

Accoglienza “mega”

L’accoglienza è stata “mega”. “Mi ha mostrato quanto sia bello far parte di una comunità”, ha detto il talento non binario.

È importante che questa comunità abbia voce e sia ascoltata”, ha detto Nemo. L’artista di Bienne (BE) si batte per l’inclusione di un terzo genere nella legislazione svizzera. Ieri il consigliere federale socialista Beat Jans ha accettato di incontrare Nemo per discutere della questione.

Nemo si è dichiarato come individuo non binario lo scorso novembre. Nella sua canzone “The Code”, con cui ha vinto l’Eurovision, l’artista parla di non sentirsi né maschio né femmina e della strada che ha percorso per trovare la sua identità.

Sito dell’Eurovision deciso in settembre

Una delle prime persone a stringere la mano a Nemo a Zurigo è stato il sindaco di Bienne, Erich Fehr. “Nemo è sensazionale. Nemo è Bienne”, ha detto. Per lui è chiaro che la città bilingue deve svolgere un ruolo nell’organizzazione dell’Eurovisione del prossimo anno.

“Stiamo cercando una città partner”, ha dichiarato il socialista. La sede del concorso musicale dovrebbe essere annunciata a settembre.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR