Navigation

"Quando ho incontrato Mirka avevo zero titoli. Ora ne ho 91"

In campo Roger Federer fa sembrare tutto facile, ma anche fuori dagli stadi la leggenda del tennis impressiona; per il suo impegno umanitario in Africa o per la sua vita familiare, spesso definita esemplare. Ma dietro ogni grande uomo, c’è una grande donna. L’intervista della Radiotelevisione svizzera francese RTS.

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 aprile 2017 - 16:06
swissinfo.ch and agencies/ts

La vita di un giocatore di tennis professionista è una vita in viaggio, un susseguirsi frenetico di stanze d’hotel, campi da gioco e conferenze stampa.  Organizzarsi e sopportare il jet-lag non è facile, tanto più se bisogna fare i conti con quattro bambini piccoli. Fortunatamente per Roger Federer, a far funzionare il “circo”, come lui stesso lo definisce, c’è Mirka, sua moglie e manager.

Naturalmente, anche i soldi aiutano. Con una carriera che in premi ha fruttato oltre 100 milioni di dollari e un reddito annuale di 70 milioni (grazie agli sponsor), Federer non ha sicuramente problemi a permettersi jet privati e babysitter.

Ora 35enne, sta giocando bene come sempre ed è ritornato sulla cresta dell’onda del tennis mondiale. Pochi lo ritenevano possibile. Tuttavia, spiega nell’intervista alla RTS, nulla di tutto ciò sarebbe avvenuto senza Mirka.

swissinfo/RTS

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.