Il fascino dei corsi d’acqua Un tuffo nel fiume

Di Thomas Kern

Cani, dinosauri ed esseri umani: tutti necessitano di tanto in tanto di un rinfresco. Le immagini più curiose dei fiumi svizzeri e di chi li frequenta.

Dal semplice sguazzare ad attività quali la pesca o il canyoning: la gente e gli animali fuggono spesso il caldo dell’estate gettandosi nell’acqua. Con la loro bellezza e la qualità delle loro acque, i fiumi svizzeri attirano numerosi frequentatori.

Non è però sempre stato cosìLink esterno. Fino agli anni Sessanta, un bagno nel fiume poteva essere assai rischioso. All’epoca, buona parte dei rifiuti finiva infatti direttamente nei corsi d’acqua. Il sistema di trattamento delle acque di scarico è stato da allora perfezionato e ampliato. Entro il 2040, gli impianti di depurazione dovrebbero essere in grado di eliminare anche i microinquinanti presenti nei medicamenti e in altre sostanze chimiche.

A causa delle sue acque limpide e pulite - ma in particolare in seguito a un video virale pubblicato sulla rete - il fiume Verzasca (Ticino) è stato quest’estate letteralmente sommerso dai visitatori. Gli abitanti del piccolo comune di Lavertezzo hanno reagito in modo contrastato. Se da un lato alcuni si sono rallegrati dell’improvviso afflusso di turisti, altri si sono lamentati dei parcheggi selvaggi e dei rifiuti lasciati tra le rocce.