Navigation

Il secolo degli italiani

Gli italiani sono stati la prima comunità straniera ad emigrare in massa in Svizzera. Un esodo più o meno forzato, che è ripreso negli ultimi anni.

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 giugno 2019 - 10:57
Temps Présent, RTS

Da decenni, ormai, gli italiani sono la comunità straniera più importante in Svizzera. Alla prima ondata di emigrati, arrivati nella Confederazione nella seconda metà del XIX secolo, in particolare per lavorare nei cantieri ferroviari, ha fatto seguito il grande esodo iniziato negli anni '50 e protrattosi fino alla crisi economica degli anni '70 e oltre.

Pilastro indispensabile e a buon mercato per l'economia svizzera, gli immigrati italiani hanno sofferto di isolamento e di xenofobia. Le cosiddette iniziative Schwarzenbach degli anni '70 – che si prefiggevano di limitare l'immigrazione – prendevano di mira soprattutto gli immigrati italiani.

+ Per saperne di più sulle iniziative SchwarzenbachLink esterno

Negli ultimi anni, dopo lo scoppio della crisi nel 2008, gli italiani sono tornati ad emigrare in massa e la Svizzera, ancora una volta, è una delle mete preferite di questa migrazione. Rispetto al passato, il profilo sociologico dell'emigrato italiano è però cambiato. Oggi, questi migranti del XXI secolo arrivano spesso con una laurea in tasca.

In occasione del suo 50esimo anniversario, la trasmissione Temps Présent della RTS (la Radiotelevisione svizzera di lingua francese) è andata a cercare nei suoi archivi e ha rintracciato degli emigrati italiani che avevano testimoniato in reportage realizzati negli anni '70. Cosa sono divenuti? E le loro famiglie?

In un andirivieni tra passato e presente, questo documentario – che vi proponiamo in versione originale sottotitolata in italiano – ritraccia l'epopea degli italiani giunti in Svizzera nell'ultimo mezzo secolo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.