Crisi politica italiana L'offensiva di Renzi agita il governo

Di Enrico Marra

Deposto un Matteo, Salvini, l'altro, Renzi, torna nuovamente centrale nella politica italiana. Rompe gli equilibri del governo giallo-rosso, la creatura per nulla scontata che lui prima di tutti ha concepito. Così facendo, Renzi pone il Presidente del Consiglio Conte nella febbrile ricerca di alternative per assicurare la legislatura e in questo modo rischia tutto - per sé (Italia Viva veleggia attorno al 3% nei sondaggi) ma tirando in ballo anche il Paese - rivestendo il ruolo, a suo dire, di baluardo contro il populismo grillino. 

Prescrizione dei reati, reddito di cittadinanza, taglio dei parlamentari, sono per Renzi motivo di rottura. È pur vero che questi provvedimenti targati M5S hanno una vasta platea di critici incluso lo stesso PD, ma sulle questioni di principio dove Matteo Renzi è irremovibile e non vuole sporcarsi le mani, il PD al contrario continua a investire ogni risorsa per cercare di mediare.

Modi opposti di affrontare il carattere populista della maggiore forza di governo, il Movimento 5 stelle, che denotano visioni politiche inconciliabili. Una frattura difficilmente sanabile che ha origini lontane nelle ragioni che hanno portato alla scissione di Italia Viva dal PD.

Nella sede storica PCI Roma centro

Dismesse le foto di Gramsci e Togliatti, oggi, i locali di via Cappellari sono adornati di loghi di Italia Viva e foto del senatore toscano. Questo è l’ultimo atto di un lento processo che ha visto la sezione - che fino a qualche anno fa affiggeva in bacheca, per intero, la copia del giorno del quotidiano L'Unità - dapprima spopolarsi degli iscritti più "di sinistra" e in seguito di molti altri democratici arrivando al passaggio al partito di Renzi con circa l'ottanta percento dei tesserati già renziani. 

In occasione della trasmissione Rai 'Porta a porta' con ospite il "capo", Renzi, chiamato a rispondere della crisi di maggioranza, gli iscritti si sono riuniti nell'incontro "Social night. Pizza e commenti a sostegno di Matteo!".

Parole chiave