Navigation

Fondi ebraici, il rapporto Bergier in italiano

In una sala affollata, presenti storici ed editorialisti, è stato presentato all’Università degli Studi di Milano il libro edito da Giampiero Casagrande (Lugano) che riassume le conclusioni del corposo rapporto di 28 volumi fatto dalla speciale Commissione Bergier. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 ottobre 2017 - 17:06
Claudio Moschin

Il lavoro fu fatto su incarico dal Consiglio Federale a partire dal 1996 e diretta dallo storico e professore universitario svizzero Jean François Bergier. Obiettivo, per fare luce su questioni come il destino dei fondi ebraici delle vittime dell’Olocausto depositati nelle banche svizzere, le relazioni economiche fra aziende svizzere e Germania nazista, il ruolo delle Ferrovie Federali Svizzere nei rapporti commerciali europei durante la Seconda guerra mondiale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.