Navigation

Il certificato Covid potrebbe superare il test delle urne

Keystone/Salvatore Di Nolfi

Due "sì" e un "nì": l'iniziativa sulle cure infermieristiche e la legge Covid-19 hanno buone possibilità di superare lo scoglio delle urne, ma le prospettive non sembrano buone per l'iniziativa sulla giustizia. Sono questi i risultati del primo sondaggio referendario della SSR in vista delle votazioni del 28 novembre.

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 ottobre 2021 - 08:29

La Svizzera sarà uno dei primi Paesi a poter votare sul certificato Covid. A marzo è stata decisa la base legale per la sua introduzione, contro la quale è stato presentato un referendum. È quindi la seconda volta in poco meno di sei mesi che il popolo svizzero voterà su una stessa legge - una novità.

La polarizzazione è forte, ma secondo il primo sondaggio della Società svizzera di radiotelevisione il referendum sarà respinto: più del 60% dell’elettorato interrogato si è detto a favore dell'emendamento, il 36% contro. La situazione potrebbe sempre ribaltarsi nel corso della campagna referendaria, poiché la mobilitazione di coloro che si oppongono al certificato è particolarmente forte. Nel sondaggio attuale, tuttavia, quasi due terzi delle persone intervistate considerano che il certificato Covid vada nella giusta direzione per un ritorno graduale alla normalità.

Contenuto esterno

Cosa comporta l'emendamento alla legge Covid-19? Potete trovare la nostra panoramica qui:

Effetto pandemia

L'esito dell'iniziativa sulle cure infermieristiche sembra essere oggi già chiaro: poco meno dell'80% di coloro che hanno partecipato al sondaggio è favorevole all’iniziativa. Di conseguenza, il campo del “no” è molto ristretto: solo il 15% si è espresso contro l'iniziativa. La questione è molto sentita dal personale infermieristico – la pandemia di coronavirus ha agito da amplificatore per l'iniziativa, presentata già alla fine del 2017.

Due contro-argomenti ricevono un certo sostegno: la preoccupazione che si possa creare un privilegio costituzionale per un gruppo professionale e la contro-proposta che vuole promuovere le cure con un miliardo. Entrambi gli argomenti sono considerati da circa la metà delle persone intervistate, ma ovviamente non determinano in modo decisivo le opinioni.

Contenuto esterno

In cosa consiste l'iniziativa sulle cure infermieristiche? Potete trovare la nostra panoramica qui:

Un'iniziativa che inciampa nella lotteria

Le prospettive non sembrano buone per l'iniziativa sulla giustizia. La proposta di introdurre una lotteria per la designazione dei e delle giudici federali è controversa: le persone intervistate credono che questo sistema darebbe troppo peso al fattore fortuna e che ciò minerebbe la legittimità democratica dell'elezione dei giudici. L'argomento a favore dell’iniziativa che più fa presa nella popolazione è che il sistema attualmente in vigore potrebbe minare l’indipendenza delle autorità giudiziarie, essendo affiliati a un partito che potrebbe anche decidere di non rieleggerli.

Tuttavia, un buon 15% era ancora indeciso al momento del sondaggio. L'argomento è piuttosto complesso e stimolante per un pubblico interessato alle questioni giuridico-politiche. Tuttavia, l'opinione volatile riguardo all’iniziativa sulla giustizia denota che c'è spazio di manovra nella campagna che sta per iniziare.

Contenuto esterno

In cosa consiste l'iniziativa sulla giustizia? Potete trovare la nostra panoramica qui:

Il sondaggio

Il primo sondaggio della SRG SSR sulle votazioni del 28 novembre 2021 sono stati realizzati dall’istituto di ricerca gfs.bern tra il 4 e il 18 ottobre 2021 su un elettorato di 14'568 persone. La percentuale di errore statistico è di +/-2,8 punti.

Lo studio descrive la situazione all'inizio della campagna elettorale, a circa sette settimane dal voto, e non è una previsione.

End of insertion

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo italian@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?