"Una rivelazione scioccante": così Jeff Weaver, portavoce di Bernie Sanders, ha definito alla CNN la rivelazione dell'ex presidente del Comitato nazionale democratico (DNC) Donna Brazile.

Brazile nel suo nuovo libro sostiene di aver scoperto che Hillary Clinton manipolò la corsa contro il senatore del Vermont nelle primarie per le presidenziali 2016. Manipolazione avvenuta tramite un accordo prima delle primarie che dava alla campagna di Hillary pieno controllo sul DNC in cambio di finanziamenti da parte di due comitati per la raccolta fondi pro ex first lady.

"Era chiaro che stavano dalla parte di Hillary, ma nessuno di noi aveva immaginato che ci fosse un accordo formale che dava alla Clinton il controllo della DNC", ha aggiunto.

Weaver dice di aver parlato delle rivelazioni con Sanders e che entrambi hanno concordato sul fatto che ora la miglior speranza per il partito è la sua riforma in vista delle elezioni del 2020.

Pure la senatrice liberal Elisabeth Warren, che aveva dato il suo endorsement a Hillary dopo la nomination, ha riconosciuto che le primarie sono state "truccate". Ma anche lei, ora, invita a guardare avanti e a rendere il partito "responsabile", in modo che "tutti possano avere fiducia che il partito sta lavorando per i democratici piuttosto che i democratici per il partito".

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box