Navigation

Ucraina: Michel a Odessa, costretto a ripararsi in un rifugio

Charles Michel era già stato in Ucraina il 20 aprile scorso KEYSTONE/EPA/Dario Pignatelli HANDOUT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 09 maggio 2022 - 16:14
(Keystone-SDA)

Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel è stato costretto a ripararsi in un rifugio antiaereo a seguito di un allarme per un raid missilistico russo durante la sua visita a sorpresa di oggi a Odessa.

La fuga d'emergenza ha interrotto il suo incontro con in premier ucraino Denys Shmygal. Lo riferiscono fonti Ue.

In precedenza, nel corso della sua visita, Michel ha dichiarato che "il Cremlino vuole 'giustiziare' il vostro spirito di libertà e democrazia. Ma sono assolutamente convinto che non ci riusciranno mai. Sono venuto a Odessa nella Giornata dell'Europa con un semplice messaggio: non siete soli. Noi siamo con voi. Non vi deluderemo. Saremo con voi per tutto il tempo necessario. E vi aiuteremo a costruire un Paese moderno e democratico".

"Un Paese - ha aggiunto Michel - che guarda al futuro, pronto ad abbracciare con fiducia il vostro futuro europeo, il nostro comune futuro europeo, il vostro posto nella nostra comune famiglia europea. Ho anche un messaggio per i miei concittadini di tutta l'Unione europea: la nostra pace, la nostra prosperità, il futuro dei nostri figli sono in gioco anche qui a Odessa. Qui in Ucraina".

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?