Navigation

Malta soccorre e fa sbarcare 75 profughi in difficoltà

Numerosi migranti sono stati salvati al largo dell'isola mediterranea di Malta (foto rappresentativa d'archivio) KEYSTONE/AP Sea-eye.org/FABIAN HEINZ sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 maggio 2019 - 11:51
(Keystone-SDA)

Un gruppo di 75 migranti è sbarcato oggi a Malta dopo che il loro barcone era rimasto bloccato su una rete utilizzata per la pesca del tonno al largo dell'isola mediterranea.

Le forze armate maltesi hanno dichiarato di aver salvato i migranti mercoledì sera e di averli in seguito portati a Malta. Le loro condizioni e nazionalità non sono ancora note.

L'esercito ha dichiarato di aver condotto "multiple" operazioni di salvataggio congiunte con la guardia costiera italiana e in "supporto" della guardia costiera libica. I soccorritori italiani hanno portato un altro gruppo di migranti sull'isola di Lampedusa.

Si ritiene che centinaia di profughi abbiano sfruttato il bel tempo per intraprendere il rischioso viaggio dalla Libia verso l'Europa, nonostante la stretta sulle navi di soccorso umanitario e il duro approccio adottato dall'Italia.

Secondo l'Ong tedesca Sea Watch, altre 90 persone sono rimaste bloccate in mare per oltre 35 ore. Tra questi ci sarebbero 15 minori e una bimba di 5 anni sarebbe morta, mentre una donna incinta sarebbe in gravi condizioni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.