Il Governo retico ha assegnato il Premio grigionese per la cultura 2020 a Guido Baselgia: con i suoi scatti in bianco e nero il fotografo di Malans ha creato "un'opera di elevato livello", indica una nota. Premio di incoraggiamento al mesolcinese Andrea Furger.

Le immagini catturate da Baselgia nell'arco di un trentennio spaziano dalle montagne grigionesi ai paesaggi boliviani o alla foresta pluviale in Ecuador. Foto sviluppate nella sua camera oscura a Malans, che portano a scoprire "le radici della Terra e la vulnerabilità del mondo", si legge nel comunicato del governo. Classe 1953, engadinese, Baselgia è quindi definito "un sapiente osservatore della realtà, un poeta della luce e un maestro dell'arte e della tecnica della fotografia". Il riconoscimento equivale a un premio del valore di 30'000 franchi.

Fra le altre numerose personalità premiate dal Governo anche il mesolcinese Andrea Furger (1995). Al giovane fotografo di Mesocco è stato conferito un premio di incoraggiamento per le sue "doti artistiche". Trasferitosi in Engadina, è riuscito "a trasformare la sua passione in professione, diventando un fotoreporter sportivo, paesaggistico e pubblicitario". Il riconoscimento è dotato di 20'000 franchi.

I premi saranno consegnati nell'ambito di una cerimonia che si terrà il 12 giugno 2020 alle ore 17.15 a Malans.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box