Lo scorso anno Vontobel ha registrato una crescita sostenuta, in particolare dopo l'acquisizione da Raiffeisen, nel 2018, dell'istituto sangallese Notenstein La Roche.

Nonostante i costi dovuti all'integrazione di questa banca, l'utile netto ha registrato un balzo su un anno del 14% a 265,1 milioni di franchi, precisa una nota odierna di Vontobel. Rettificato degli elementi straordinari dovuti all'acquisto di Notenstein La Roche, il beneficio è cresciuto del 4% a 258,9 milioni.

Per la cronaca, va ricordato che l'anno scorso Vontobel ha rilevato anche un portafoglio di clienti americani della banca ginevrina Lombard Odier.

In occasione dell'assemblea generale del 30 marzo, gli azionisti saranno chiamati a deliberare un aumento del dividendo di 15 centesimi a 2.25 franchi per azione.

Nel comunicato, Vontobel sottolinea di aver operato in un contesto difficile a causa dei persistenti tassi di interesse negativi, delle incertezze geopolitiche, dell'indebolimento della transazioni operate dai clienti e della sostenuta concorrenza. Nondimeno, la banca ha conseguito un risultato d'esercizio di 1,26 miliardi, in progressione del 9%.

L'afflusso netto di nuovi capitali è stato di 11,7 miliardi rispetto ai 5 miliardi del 2018. Ciò significa una crescita del 6,9%, superiore all'obiettivo del 4-6%. A fine dicembre gli attivi della clientela ammontavano a 226,1 miliardi, di cui 198,9 miliardi in gestione.

Nel comunicato, la direzione conferma gli obiettivi per il 2020 di una crescita dei ricavi e delle entrate nette di capitali del 4-6%.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box