Seduta interamente negativa quella odierna per la Borsa svizzera, fino agli ultimi istanti prima della chiusura delle contrattazioni. L'indice principale SMI segna un +0,03% a 11'092.35 punti, mentre quello allargato SPI un -0,13% a 13'356.42 punti.

Sui mercati ha pesato la brusca impennata sul giorno precedente dei decessi e dei contagi da coronavirus in Cina, calcolati secondo una nuova metodologia.

Tra le blue chip che hanno pubblicato oggi i conti annuali sotto pressione Nestlé (-2,22% a 104.70 franchi), mentre si è ripresa dopo il tonfo in apertura Credit Suisse (+0,15% a 13.39 franchi), che domani vedrà la partenza dal suo Ceo Tidjane Thiam. Zurich ha chiuso con un +1,78% a 428.80 punti.

In forte calo tra gli altri titoli pesanti ABB (-1,00% a 23.86 franchi) e Swatch (-0,86% a 254.50 franchi) mentre si sono messe in luce Roche (+1,73% a 344.75 franchi) e Swiss Life (+0,98% a 514.00 franchi). Dal canto suo Swisscom, che cede la sua quota del 50% nella piattaforma pubblicitaria Admeira a Ringier, ha perso lo 0,39% a 569.00 franchi.

Nel mercato allargato hanno presentato i risultati annuali Clariant (+4,03% a 23.47 franchi), la quale ha anche annunciato la soppressione di 500-600 impieghi di cui però solo una ventina in Svizzera, Meyer Burger (-5,38% a 0.369 franchi), Temenos (+1,91% a 165.35 franchi), Valiant (+1,37% a 103.60 franchi) e Leonteq (+0,66% a 39.90 franchi).

Sui titoli di Logitech (-4,94% a 43.08 franchi) e Flughafen Zürich (-2,93% a 165.50 franchi) hanno invece pesato raccomandazioni negative. Calida (+1,10% a 36.80 franchi) sembra aver trovato un acquirente per il marchio Oxbow.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box