Navigation

Turchia: Abdullah Gül in visita di Stato in Svizzera

Giovedì e venerdì, il presidente turco Abdullah Gül e sua moglie saranno in visita ufficiale in Svizzera. Lo ha comunicato il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). Oltre ai membri del governo, la coppia incontrerà anche i rappresentanti dell'economia e del Forum Cleantech. Lo scorso anno, la Svizzera aveva svolto il ruolo di mediatrice nella ricerca di un accordo tra la Turchia e l'Armenia.

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 novembre 2010 - 17:32
swissinfo.ch e agenzie

La coppia sarà accolta a Zurigo giovedì mattina con gli onori militari. In seguito Abdullah e Hayrünnisa Gül si sposteranno a Berna, dove saranno ricevuti dai sette consiglieri federali e dalla cancelliera della Confederazione con i rispettivi coniugi.

«Berna e Ankara possono contare su relazioni bilaterali eccellenti», ha commentato il portavoce del Dipartimento federale dell'ambiente Dominique Bugnon. «La Turchia ha un ruolo molto importante sul piano internazionale ed è un attore economico di peso».

Grazie alla mediazione elvetica, lo scorso anno la Turchia aveva firmato a Zurigo una serie di accordi con l'Armenia, volti a spianare la strada all'allacciamento di relazioni diplomatiche e alla riapertura delle frontiere tra i due paesi.

Il processo di pace ha però subito una battuta d'arresto lo scorso aprile, quando l'Armenia ha deciso di congelare il processo di ratifica degli accordi accusando la Turchia di porre condizioni inaccettabili. Da sempre, la Turchia rifiuta il termine di genocidio per i massacri perpetrati tra il 1915 ed il 1919 nei confronti del popolo armeno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?