Navigation

Ancora troppi camion sulle Alpi

A 25 anni dall'approvazione dell'Iniziativa sulle AlpiLink esterno, la Svizzera è, fra i paesi alpini, quello in cui il trasporto merci su ferrovia ha il ruolo di gran lunga più importante. Oltre due terzi delle merci che passano dai valichi elvetici viaggiano sui binari. L'obiettivo di portare il numero di autocarri al di sotto dei 650'000 l'anno appare però ancora lontano.

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 febbraio 2019 - 11:33


Kai Reusser / swissinfo.ch

Se si paragonano i dati riferiti alla Svizzera a quelli sul traffico merci in Austria e in Francia, un dato è evidente. Se in Francia i trasporti ferroviari hanno un ruolo ancora marginale per il traffico di merci attraverso le Alpi e in Austria si aggirano a poco meno di un terzo del totale, in Svizzera il trasferimento dal trasporto merci dalla gomma alla rotaia sembra procedere bene.

Se si osserva il grafico sulle tonnellate di merci trasportate in Svizzera su strada e ferrovia, si può constatare che dal 2012 la quantità di beni trasportati attraverso la Svizzera è aumentata continuamente, ma nello stesso tempo sono diminuite le tonnellate di merci trasportate su gomma. Nello stesso periodo anche il numero di autocarri in transito è diminuito.

Gli obiettivi fissati dalla legge federale sul trasferimento del trafficoLink esterno sono stati però finora ampiamente disattesi. Secondo la legge, fin dal 2011 il numero di autocarri in transito avrebbe dovuto scendere sotto un milione. In realtà il numero di transiti è sceso sotto la cifra stabilita solo 2016. 

La legge prevedeva inoltre un limite di 650'000 passaggi a partire da due anni dopo la messa in esercizio della galleria ferroviaria di base del Gottardo, vale a dire dal 2018. Anche per il 2018 il numero di autocarri in transito dalle Alpi svizzere è stato però presumibilmente superiore alle 900'000 unità.


Contenuto esterno


Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.