Navigation

La torre di Pisa pende ancora ma non troppo

Una foto scattata alla fine degli interventi di stabilizzazione, nella primavera del 2011 Keystone

La Torre di Pisa sta bene. Gli interventi effettuati dagli ingegneri negli ultimi venti-trent'anni hanno permesso di contenere l'inclinazione, e in definitiva scongiurare il crollo, del famoso campanile.

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 novembre 2018 - 14:45
tvsvizzera.it/ri con RSI (TG del 23.11.2018)

Un errore di costruzione sfociato in un grande successo: la torre è un simbolo della città e dell'intero Paese. Ma fin dalle origini, ovvero attorno al 1200, il monumento desta preoccupazioni.

La "colpa" è del sottosuolo, un terreno argilloso che ha reso necessari, in anni recenti, interventi strutturali per scongiurarne il crollo. In cosa consistono? Lo spiega nel video Roberto Cela, direttore dell'Opera della Primaziale pisanaLink esterno.

Contenuto esterno

Il servizio sulla Torre di Pisa è stato trasmesso dal TGLink esterno della Radiotelevisione svizzera.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.