Navigation

Russia vieta l'accesso a server Dns Google e Cloudflare

Vietati in Russia i server utilizzati dall'oppositore imprigionato Alexei Navalny (Immagine d'illustrazione) KEYSTONE/AP/Valentin Egorshin sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 14 settembre 2021 - 15:23
(Keystone-SDA)

La Russia blocca i server utilizzati dall'app di Alexei Navalny: Rostelecom - principale fornitore di servizi digitali del Paese - ha chiesto alle sue filiali di vietare l'accesso ai server DNS di Google e Cloudflare.

Si tratta di servizi che permettono di aggirare i blocchi ai siti o delle app vietate in Russia, come quella dell'oppositore Alexei Navalny.

La lettera è stata pubblicata sul canale Telegram ZaTelecom e la sua autenticità è stata confermata a Rbk da un rappresentante di Rostelecom. L'ente ha motivato la richiesta con la necessità di "organizzare un accesso stabile a internet per gli utenti".

Internet sovrano russo

Al loro posto si propone di utilizzare i server DNS sotto la gestione di Rostelecom o gli indirizzi IP del Sistema Nazionale dei nomi di dominio, che è stato creato nell'ambito dell'implementazione della legge "sul segmento russo di internet" detta anche "dell'internet sovrano".

In precedenza il Roskomnadzor - l'autorità per le telecomunicazioni - aveva chiesto a Google, Apple, Cloudflare e Cisco di non fornire ai siti e alle app di Navalny - sulla quale gira il sistema per organizzare il 'voto intelligente', che catalizza le preferenze verso i candidati alternativi più in grado di battere gli uomini di Russia Unita - i mezzi per aggirare il blocco.

App di Navalny per 'voto intelligente'

Il mancato adempimento dei requisiti sarà considerato come "un'intromissione straniera nella campagna elettorale" alla Duma, aveva avvertito l'ente. L'8 settembre il Roskomnadzor per diverse ore ha bloccato i servizi DNS di Google e CloudFlare utilizzati per il funzionamento della app di Navalny. Più tardi l'ente ha chiesto alla aziende statali di non utilizzare i server DNS stranieri di Google e Cloudflare.

I server DNS consentono di scambiare richieste e risposte tramite un protocollo crittografato. Possono essere utilizzati per velocizzare il caricamento delle pagine web o per aggirare il blocco delle applicazioni. In particolare, i servizi DNS di Google e CloudFlare vengono utilizzati per far funzionare l'app di Navalny che contiene per l'appunto una pagina dedicata al voto intelligente.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.