Navigation

Il clima che cambia nelle acque del lago Nero

Lo scioglimento dei ghiacciai a causa del riscaldamento climatico non ha soltanto conseguenze negative sulle risorse idriche di una regione. Contribuisce anche all’aumento dell’inquinamento globale. È quanto stanno studiando alcuni ricercatori in un lago di montagna del canton Ticino.

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 ottobre 2017 - 14:00
Michele Novaga, Lago Nero

A una quota di 2'387 metri sul livello del mare, il lago NeroLink esterno fa parte di una rete internazionale di monitoraggio che comprende 45 siti in tutt’Europa. L’analisi delle sue acque, in cui confluiscono anche quelle di un ghiacciaio, consente di meglio capire gli effetti del cambiamento climatico.

Un gruppo di ricercatori dell’Istituto scienze della Terra della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SupsiLink esterno) ha ad esempio scoperto che lo scioglimento dei ghiacciai comporta un aumento dell’inquinamento atmosferico. A causa del riscaldamento, le sostanze finora immagazzinate nel ghiaccio - tra cui ammoniaca, nitrati e solfati - ritornano infatti nell’ambiente.

Secondo le previsioni, i ghiacciai della Svizzera perderanno dall’80 al 90% della loro massa entro la fine del secolo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?