Navigation

Le minacce per la Svizzera sono il terrorismo e gli abusi sulla rete

Il deterioramento dei rapporti tra l'Occidente e la Russia, il pericolo jihadista e gli abusi del cyberspazio rappresentano le minacce maggiori per la Svizzera. È quanto indica il nuovo rapporto sulla politica di sicurezza approvato dal governo svizzero.

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 agosto 2016 - 09:19
swissinfo.ch e tvsvizzera.it (TG del 24.8.2016)

Benché il rapportoLink esterno non presenti nulla di rivoluzionario, «negli ultimi 6 anni la situazione internazionale si è deteriorata, come dimostrano non solo la fondazione del sedicente Stato islamico, ma anche la situazione in Ucraina e in Crimea», ha spiegato il ministro della difesa Guy Parmelin. Anche i pericoli che corrono sulla rete sono cresciuti, «ben oltre quanto fosse prevedibile», ha aggiunto.

Per far fronte alle minacce terroristiche e informatiche, la Confederazione punta sull'esercito, sui servizi segreti e sulla protezione civile.

Contenuto esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.