Navigation

Tassi negativi, banco di prova delle casse pensioni

Gli istituti privati chiedono interessi agevolati sui loro conti

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 febbraio 2015 - 21:23

Le casse pensioni private devono fare i conti con i tassi negativi, decisi in gennaio dalla Banca Nazionale. In una lettera inviata a Berna l'organizzazione mantello degli istituti privati hanno chiesto di essere esentati, così come la cassa pubblica dei dipendenti federali, dall'applicazione di interessi negativi sui conti a loro disposizione su cui confluiscono i contributi degli assicurati. A medio-lungo termine, è stato sottolineato, non sarà infatti possibile evitare un deprezzamento delle rendite corrisposte ai pensionati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.