Navigation

Comprare gli sci? Meglio fabbricarseli da soli

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 15 febbraio 2019 - 19:43
tvsvizzera/spal con RSI (TG del 15.2.2019)

Per uscire dalla crisi in cui si dibatte il mercato degli sci elvetico, in difficoltà da anni nonostante alcune stagioni positive per il turismo invernale, si stanno affinando le strategie.

Una di queste viene sperimentata nel cantone alpino dei Grigioni, rinomato per le sue stazioni sciistiche e sede nel 1956, a Saint Moritz, delle Olimpiadi invernali.

A Diesentis una startup offre ad esempio la possibilità agli appassionati di costruire materialmente, con la necessaria assistenza di tecnici, gli sci secondo le proprie esigenze personali e gusti.

In pratica, invece di comprarseli in negozio il cliente se li può fabbricare nei locali dell’impresa che si trovano a ridosso delle piste, a 2'000 metri d’altitudine.

I prossimi anni ci diranno se iniziative del genere contribuiranno a invertire il trend negativo delle vendite: ormai solo uno sciatore elvetico su cinque utilizza materiale prodotto nella Confederazione, nonostante i marchi svizzeri – e questo può sembrare un paradosso – siano aumentati a oltre una decina di unità.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.