Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Scandalo alimentare Uova contaminate, tracce anche in Svizzera

(1)

Servizio del TG sul ritiro dai supermercati di Germanie e Svizzera di milioni di uova contaminate da un antiparassitario.

Milioni di uova provenienti da allevamenti di Paesi Bassi e Belgio sono state ritirare tra giovedì e venerdì dagli scaffali dei supermercati tedeschi, perché contaminate dall’insetticida Fipronil. Anche in Svizzera, indica l’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV), ne sono stati riscontrati residui durante controlli autonomi svolti da importatori. Migros ha ritirato le uova “budget”, Aldi interrotto la vendita di quelle d’importazione.

In Germania, la “misura preventiva” è stata comunicata venerdì dalla catena di discount Aldi, con oltre 4'000 punti vendita in tutto il Paese. Nei giorni precedenti, altri gruppi (come Rewe e Penny) avevano preso una decisione analoga dopo aver appreso della contaminazione.

In 9 Land su 16 sono stati emessi diversi provvedimenti precauzionali per tutelare la salute dei cittadini, e le uova infette importate dalla Germania vanno da “minimo 3 milioni” (dati del Ministero dell’agricolturaLink esterno) fino a un totale di 10 milioni ipotizzato dal ministro dell’agricoltura della Bassa Sassonia Christian Meyer.

In Svizzera, i casi noti all’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinariaLink esterno riguardano uova provenienti da 7 aziende olandesi. Per quanto l’USAV ne chieda il ritiro dal commercio -mentre accerta, con le aziende e gli organi cantonali, la portata della vicenda- escludeLink esterno rischi per la salute dei consumatori sulla base dei valori rilevati attualmente.

Le aziende sotto monitoraggio tra Paesi Bassi e Belgio sono 180. L’allarme è stato dato dall'Istituto per la salute dei consumatori olandese Nvwa che aveva trovato, in una partita in particolare, livelli di insetticida Fipronil che rappresentano "un serio rischio per la salute”. Si parla di problemi al sistema nervoso o danni al fegato

La prima notifica del problema al sistema di allerta rapido europeo (Rasff) risale al 20 luglio e viene dal Belgio. In seguito alla segnalazione, "i lotti sono stati tracciati e ritirati dal mercato e la situazione è sotto controllo", ha dichiarato la portavoce della Commissione europea Anna-Kaisa Itkonen.

Fine della finestrella

“Ritiro in via precauzionale”

Il numero uno della grande distribuzione Migros ha reso noto venerdì di aver effettivamente constatato che una parte delle uova importate è contaminata. Sottolinea, in sintonia con l’USAV, che non sussistono pericoli per la salute ma ritira le uova vendute col marchio ‘M-Budget’ e data di scadenza fino al 26 agosto compreso.

Dal canto suo, Aldi Svizzera ha interrotto la vendita di prodotti importati e assicura il rimborso a chi riporta le uova acquistate.

Coop, per contro, non è intenzionata a intervenire: il 95% delle uova proviene dalla Svizzera e non sono necessarie misure, ha affermato un portavoce, precisando che nemmeno i prodotti di fascia economica sono toccati.

Un antiparassitario vietato in agricoltura

L'impiego del Fipronil è vietato nell'agricoltura svizzera dal 2014. All'USAV non risulta che sia in uso nelle aziende di pollame della Confederazione. L'insetticida è destinato alla lotta contro pulci, pidocchi, zecche, blatte e acari. È usato per cani e gatti ma non per animali destinati al consumo alimentare.

subscription form

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.


tvsvizzera.it/ri con RSI (TG del 05.08.2017)

×