Navigation

Sawiris: diamo una città ai rifugiati

L'imprenditore egiziano Samih Sawiris keystone

L'investitore egiziano cerca fondi in Svizzera per costruire un villaggio per profughi in Egitto; "alternativa alla fuga in Europa"

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 ottobre 2016 - 16:01

L'investitore egiziano Samih Sawiris, noto per il suo complesso alberghiero ad Andermatt e per essere uno dei finanziatori dell'Hockey club Ambrì Piotta, intende costruire una città in Egitto per i rifugiati siriani, quale alternativa alla loro fuga verso l'Europa. Il magnate spera di trovare in Svizzera fondi per il suo progetto.

"Sono convinto che sia preferibile per tutti offrire alla gente un futuro nella regione", ha dichiarato Sawiris in un'intervista pubblicata dal SonntagsBlick. Come esempio per il suo progetto, l'investitore egiziano menziona Haram City, una città di 70'000 abitanti con appartamenti a buon mercato, che lui stesso ha costruito vicino al Cairo.

A suo avviso, un appartamento costerebbe 20'000 euro. "Una famiglia siriana sarebbe molto contenta di poterci vivere", ha dichiarato Sawiris. Il miliardario egiziano aveva già proposto, qualche tempo fa, di erigere una tale città in Siria, vicino alla frontiera turca. "I Turchi erano persino d'accordo di proteggerla. Ma l'Europa non era interessata", poiché allora i migranti non arrivavano ancora in massa sul Vecchio continente.

ats/joe.p.

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.