Navigation

Richieste d'asilo, al via la campagna per la nuova legge

Massimo 140 giorni per decidere se accogliere o respingere una domanda attraverso 6 nuovi centri di procedura federali

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 marzo 2016 - 21:04

Per affrontare il crescente afflusso di migranti, bisogna snellire e velocizzare i processi. Questi i principi alla base della campagna per la nuova legge in merito alle richieste d'asilo in Svizzera. In particolare, si parla di procedure più veloci (massimo 140 giorni per decidere se accogliere o respingere una domanda), avvocati gratuiti per i richiedenti e sei nuovi centri federali, uno dei quali in Ticino.

Non sono tutti d'accordo però con questa formulazione. In particolare, l'UDC ha lanciato il referendum "Critica l'avvocato gratuito" giudicando il progetto "superato dagli eventi", ovvero studiato quando le richieste d'asilo erano molte di meno. E anche i comuni hanno deciso di non schierarsi in favore della nuova legge, che darebbe alla Confederazione troppo potere.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.