Navigation

La neve, attesa, è arrivata puntuale

Annunciata da tempo, la neve tanto atteasa è cominciata a scendere venerdì mattina. Poesia per i bambini, ma anche se sono caduti pochi centimetri, si segnalano già i primi disagi alla circolazione. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 febbraio 2019 - 13:10
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


Alle 10.30, ViaSuisse segnalava la A2 è parzialmente innevata da Chiasso a Biasca ed è innevata dalla galleria della Biaschina ad Airolo. La maggior parte delle strade in principali e secondarie in Ticino sono innevate o parzialmente innevate. La polizia raccomanda dunque di mettersi alla guida soltanto con le gomme invernali (consiglio che, tuttavia, non tutti stanno seguendo). 

I mezzi pesanti non possono viaggiare sulla A13 fra Thusis-Sud e Bellinzona-Nord, sulla strada del Sempione e su quella d'accesso al Gran San Bernardo. 

Annunciata da tempo

Giovedì MeteoSvizzera aveva diramato un'allerta di grado 3 (su 5) per gran parte del territorio ticinese e grigionese, preannunciando accumuli fra i 15 e i 30 centimetri dai 200 metri di quota e fino ai 50 centimetri oltre i 600 metri, con precipitazioni fino a sabato.

Traffico ferroviario non compromesso

Per quanto riguarda i treni, non si segnalano disagi sulla rete ferroviaria a sud delle Alpi. La situazione è diversa in Italia: a causa delle nevicate odierne, scrivono le Ferrovie federali su Twitter, “il gestore della rete ferroviaria italiana RFI ha deciso di sopprimere i seguenti collegamenti TILO S50 da Varese: 09.36, 10.36, 11.36. Per lo stesso motivo i collegamenti da Mendrisio delle 09.03, 10.03 e 11.03 terminano la propria corsa a Stabio”.

Voli cancellati

Si segnalano per contro disagi all'aeroporto di Lugano-Agno, dove i voli delle 10.00 e delle 13.35 per Zurigo sono stati cancellati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.