Navigation

La disoccupazione cala in marzo al 3,4%

Tra gli ultracinquantenni il tasso è del 3,4%, esattamente come quello complessivo. © Keystone / Christian Beutler

Benché rimanga elevata in confronto allo scorso anno, la disoccupazione in Svizzera è diminuita in marzo. Rispetto a febbraio, il numero di senza lavoro iscritti agli Uffici regionali di collocamento (URC) è calato di 9'985 unità e il tasso di disoccupazione è sceso di 0,2 punti attestandosi al 3,4%. Su base annua, l'incremento è di 0,5 punti percentuali.

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 aprile 2021 - 12:50

È quanto indicano i dati pubblicati venerdì dalla Segreteria di Stato dell'economia (SECO), che per i cantoni di lingua italiana al confine sud indica una flessione anche su base annua. In Ticino, il tasso di disoccupazione è del 3,5% (-0,5 punti rispetto a febbraio e -0,1 punti in confronto a marzo 2020) e nei Grigioni all'1,8% (-0,2 e -0,2 punti).

Contenuto esterno

A fine marzo, in Svizzera, i disoccupati iscritti agli Uffici erano 157'968. Rispetto a dodici mesi fa si contano 22'344 persone in più in coda agli sportelli (+16,5%). Nel complesso, sempre in marzo, gli individui in cerca di impiego registrati erano 253'939, ossia 5'796 in meno in confronto a febbraio ma 40'042 in più (+18,7%) rispetto a marzo 2020.

I dati pubblicati dalla SECO rivelano un andamento simile nel numero di disoccupati giovani e ultra-cinquantenni.

Contenuto esterno

Cresce, intanto, il numero di posti vacanti segnalati agli Uffici di collocamento, che raggiunge le 45'182 unità (+6'504); 32'009 di essi sottostavano all'obbligo di annuncio ai sensi della cosiddetta preferenza indigena light nelle assunzioni scaturita dall'iniziativa popolare 'Contro l'immigrazione di massa'.

Contenuto esterno

La SECO fornisce infine i dati sul lavoro ridotto (cassa integrazione) relativi a gennaio 2021. Le ore di lavoro perse, 28'948'168, registrano una crescita del 55,5% rispetto a dicembre 2020. Il numero di persone toccate dalla misura sfiora 400'000 (+36%) e quello di aziende si avvicina a 13'000 (+37%).

Nel gennaio 2020, le cifre erano dell'ordine di un centesimo di quelle attuali.

Contenuto esterno

tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (09.04.2021) 

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.