Navigation

Lugano: petizione per il cibo avariato in carcere

Dallo Stampino, il carcere di fine pena di Lugano, da alcuni detenuti è partita una lettera che denuncia cibo avariato e controlli eccessivi delle urine

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 agosto 2015 - 20:01

Ventidue su ventisette i detenuti che hanno firmato una petizione, allegando anche delle fotografie.

"Per quanto attiene la qualità del cibo io ho la fortuna di avere delle antenne che sono i miei agenti di custodia, che quotidianamente mangiano sia a mezzogiorno che la sera esattamente lo stesso cibo che viene servito ai detenuti."

Così risponde il direttore delle carceri ticinesi, Stefano Laffranchi, alle lamentele sollevate dai detenuti dello Stampino, che denunciano cibo avariato e pasti consegnati più di un'ora dopo la cottura.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.