La televisione svizzera per l’Italia

La crisi degli alloggi causa un aumento della povertà in Svizzera

palazzo
Gli alloggi ad affitto moderato non bastano. Keystone / Salvatore Di Nolfi

Secondo Caritas Svizzera le economie domestiche povere sono rese ancora più vulnerabili dalla penuria di alloggi e dall'aumento dei prezzi degli affitti.

Caritas Svizzera invita gli ambienti politici ed economici a intervenire per combattere la crisi degli alloggi. I costi elevati di questi ultimi non sono più sopportabili per le persone con un reddito modesto, ha denunciato martedì a Berna.

Le economie domestiche povere sono particolarmente colpite dalla penuria di alloggi e dall’aumento dei prezzi: in media devono dedicare “un buon terzo” del loro reddito per l’alloggio e l’energia. È più del doppio di quanto spende in proporzione una famiglia media, avverte l’organizzazione.

Altri sviluppi
Complesso immobiloiare a Vernier (Ginevra)

Altri sviluppi

Affitti alle stelle in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al In marzo le nuove pigioni sono aumentate dello 0,3%. Su base annua la progressione è del 2,6%, con punte del 7,3% a Zurigo e 6,4% a Lugano.

Di più Affitti alle stelle in Svizzera

La situazione è peggiore in alcuni cantoni, come Ginevra, osserva la direttrice di Caritas Ginevra Sophie Buchs, secondo cui il cantone romando “vive da molti anni quello che il resto della Svizzera inizia a conoscere solo ora: una grave carenza di alloggi che provoca un aumento degli affitti e porta talvolta a difficoltà di finanziamento anche le classi medie”.

Impatto sulla salute

Gli affitti aumentano soprattutto perché gli alloggi diventano sempre più scarsi, in particolare quelli a prezzi accessibili. Il tasso di sfitto è ampiamente al di sotto dell’1% in molti cantoni. Anche gli aumenti del tasso ipotecario di riferimento, dello scorso giugno e del dicembre 2023, così come l’esplosione dei costi energetici dall’inizio del 2022, hanno un impatto.

Secondo l’ONG, la crisi delle abitazioni va oltre l’aspetto finanziario e può avere influenze negative sulla salute fisica e mentale. Le persone con un budget limitato devono fare concessioni in altri settori, come l’alimentazione, la salute, l’istruzione e il tempo libero.

Inoltre, più dell’80% delle economie domestiche in condizioni di povertà vivono in condizioni “inadeguate”: il più delle volte “in alloggi rumorosi e scarsamente isolati, in posizioni sfavorevoli, ad esempio vicino a una strada pericolosa”, sottolinea Caritas.

Necessari investimenti

In questo contesto, Caritas chiede risposte politiche, in particolare “veri investimenti nella promozione di abitazioni a prezzi accessibili” a tutti i livelli dello Stato. Chiede inoltre contributi agli affitti in base al reddito, come già avviene nei cantoni di Basilea Città, Basilea Campagna e Ginevra, nonché in alcuni comuni vodesi e ticinesi.

Per il direttore di Caritas, Peter Lack, “la politica dell’alloggio e anche una politica di lotta contro la povertà, e anch’essa più necessaria che mai”.

Attualità

Soccorritori a bordo del fiume dove sono scomparsi i due bus.

Altri sviluppi

Due bus travolti da una frana in Nepal, 66 persone disperse

Questo contenuto è stato pubblicato al Due autobus su cui viaggiavano 24 e 42 persone sono improvvisamente stati travolti da una frana e sono precipitati in un fiume. L’incidente è avvenuto venerdì a Simaltal, a circa 120 chilometri a ovest della capitale del Nepal, Kathmandu.

Di più Due bus travolti da una frana in Nepal, 66 persone disperse
L'impalcatura crollata.

Altri sviluppi

Crolla un’impalcatura a Prilly vicino a Losanna, morte tre persone

Questo contenuto è stato pubblicato al Due persone sono morte venerdì mattina nel crollo di un'impalcatura a Prilly, ad ovest di Losanna. Quattro persone sono rimaste gravemente ferite e altre cinque hanno riportato lesioni minori.

Di più Crolla un’impalcatura a Prilly vicino a Losanna, morte tre persone
Una vettura della polizia di San Gallo.

Altri sviluppi

Un uomo ferisce con un machete cinque persone a San Gallo

Questo contenuto è stato pubblicato al Un uomo di 34 anni ha ferito ieri sera con un machete cinque persone, alcune delle quali gravemente, all'interno e all'esterno di un condominio di San Gallo.

Di più Un uomo ferisce con un machete cinque persone a San Gallo
Il learning center del politecnico federale di Losanna.

Altri sviluppi

Le rette dei politecnici federali triplicheranno per gli stranieri

Questo contenuto è stato pubblicato al Per gli studenti stranieri frequentare i politecnici di Losanna e Zurigo sarà decisamente più caro. Il Consiglio dei Politecnici federali (PF) in accordo con il Parlamento vuole triplicare le tasse di iscrizione.

Di più Le rette dei politecnici federali triplicheranno per gli stranieri
Giorgio Armani.

Altri sviluppi

I novant’anni dello stilista Giorgio Armani

Questo contenuto è stato pubblicato al Nato a a Piacenza nel 1934, Armani è a capo di un gruppo fieramente indipendente, simbolo del made in Italy. Lo stilista italiano è ancora deciso a rimanere alla guida del gruppo, sebbene il momento di lasciare le redini si avvicina sempre di più.

Di più I novant’anni dello stilista Giorgio Armani
Case distrutte in Val Bavona.

Altri sviluppi

Danni per maltempo stimati fino a 200 milioni

Questo contenuto è stato pubblicato al Il maltempo che da metà giugno a inizio luglio si è abbattuto sulla Svizzera, in particolare sul Ticino e il Vallese, ha causato danni assicurati per un totale di 160-200 milioni di franchi.

Di più Danni per maltempo stimati fino a 200 milioni
Tutti gli invitati al vertice della Nato davanti alla Casa Bianca per la foto di rito.

Altri sviluppi

Dalla Nato 40 miliardi di euro in aiuti militari all’Ucraina

Questo contenuto è stato pubblicato al I Paesi della Nato si sono impegnati a dare all'Ucraina almeno 40 miliardi di euro in aiuti militari "entro il prossimo anno" per sostenerla nella guerra contro la Russia.

Di più Dalla Nato 40 miliardi di euro in aiuti militari all’Ucraina
Il ponte distrutto dal maltempo vicino a Cevio in Vallemaggia.

Altri sviluppi

La strategia per meglio allertare la popolazione passa dal telefonino

Questo contenuto è stato pubblicato al La Confederazione ha presentato la sua nuova strategia per informare meglio la popolazione in caso di pericolo. Oltre ai tradizionali allarmi diffusi via app, radio o tramite sirene, in futuro verrà introdotto un nuovo sistema di allerta.

Di più La strategia per meglio allertare la popolazione passa dal telefonino

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR