Navigation

Immigrazione, dietrofront della Svizzera?

Gli iniziativisti denunciano il "vicolo cieco" nelle relazioni bilaterali keystone

Si tornerà al voto sull'immigrazione, è infatti riuscita l'iniziativa che propone di annullare la controversa votazione del 9 febbraio 2014

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 novembre 2015 - 16:48

L'iniziativa RASA ("Raus aus der Sackgasse", ovvero "Fuori dal vicolo ciecoLink esterno") è formalmente riuscita. Sono state infatti convalidate 108'640 delle 109'089 firme depositate. Lo ha reso noto venerdì con un comunicato la Cancelleria federale.

RASA si prefigge di eliminare la reintroduzione dei contingenti per gli stranieri a seguito dell'applicazione dell'iniziativa dell'UDC contro l'immigrazione di massa. Il testo chiede quindi l'abrogazione pura e semplice delle norme introdotte dopo il "sì" popolare del 9 febbraio 2014.

L'iniziativa, sostengono i suoi promotori, potrebbe essere ritirata se il Consiglio federale e le Camere proporranno una soluzione in grado di salvaguardare gli accordi bilaterali fra Svizzera e UE.

ATS/ARi

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.