Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Da gennaio 2018 Svizzera, più controlli sui lavoratori distaccati

(1)

Servizio del TG sull'aumento del numero di controlli sui lavoratori distaccati in Svizzera.

Dal 2018, le condizioni occupazionali e salariali dei lavoratori distaccati in Svizzera saranno maggiormente controllate. Il Consiglio federale ha deciso di portare da 27'500 a 35'000 il numero minimo di verifiche annuali.

L’aumento è stato voluto per adattarsi alla realtà attuale, in particolare all’incremento sia dei frontalieri, sia dei dimoranti temporanei soggetti all’obbligo di notificaLink esterno.

Dal 2010, anno dell’introduzione di un numero vincolante di controlli, i frontalieri in Svizzera sono passati da 231'000 a 313'000 e i dimoranti temporanei da 147'116 a 237'850, indica una notaLink esterno della Segreteria di Stato dell'economia (SECO).

(2)

In un grafico, il numero di persone notificate in Svizzera per un soggiorno/impiego inferiore a 90 giorni, dal 2005 al 2016

Nel 2016, secondo quanto rileva il RapportoLink esterno annuale sull’attuazione delle misure di accompagnamento alla libera circolazione, sono state effettuate 32 mila verifiche. A queste se ne aggiungono grossomodo 10 mila, disposte dalle commissioni paritetiche nell’ambito dell’esecuzione ordinaria dei contratti collettivi di lavoro.

I controlli riguardano soprattutto i cantoni di frontiera Ticino e Ginevra ma anche Zurigo, in particolare nell'edilizia, nell'industria e nel settore alberghiero.

La modifica dell’OrdinanzaLink esterno che prescrive il numero minimo è stata sostenuta dai partiti di sinistra e dai sindacati, che chiedevano tuttavia un aumento più cospicuo.

Fermamente contrari erano invece l’Unione democratica di centro (UDC, destra), Partito liberale-radicale (PLR, centro-destra), Partito popolare democratico (PPD, centro) e la maggior parte delle associazioni di datori di lavoro. A loro avviso, il volume delle verifiche è sufficiente e un aumento provocherà maggiori oneri.


tvsvizzera.it/ri con RSI (TG del 23.08.2017)

subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×