Navigation

Burkhalter: l'intervento USA in Siria è illegale

La Svizzera, ha annunciato il presidente della Confederazione, contribuirà con 5 milioni di franchi alla lotta contro il terrorismo islamico

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 settembre 2014 - 13:04

"L'intervento americano in Siria non rispetta il diritto internazionale", secondo quanto ha affermato Didier Burkhalter ieri a New York nel corso del 5° forum mondiale contro il terrorismo. Il presidente della Confederazione ha anche annunciato che la Svizzera contribuirà con 5 milioni di franchi in 4 anni al fondo per la lotta contro i gruppi islamici eversivi.

Per il consigliere federale neocastellano le azioni militari in Siria, che ha differenza dell'Iraq non ha fatto una richiesta in tal senso, non seguono a una risoluzione del Consiglio di sicurezza dell'ONU che le avrebbe legittimate. Da un po' di tempo i principi fondamentali del diritto internazionale e di quello umanitario vengono trascurati, ha aggiunto Burkhalter.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.