Navigation

Alcolici alla Migros? Decidono i soci della cooperativa

Come capita spesso in Svizzera, la popolazione può decidere, votando, se permettere a Migros di vendere alcolici nelle proprie filiali. © Keystone / Alessandro Della Valle

Sugli scaffali dei supermercati, nei negozietti di paese, nei frigoriferi dei distributori di benzina e anche online: l’alcol oggi è ovunque. In tutta la Svizzera c’è una sola zona franca: Migros, che da quasi un secolo ha sempre rifiutato l'alcol sui suoi scaffali. Ma nel 2023 le cose potrebbero cambiare.

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 maggio 2022 - 10:00
Nicola Agostinetti, Patti Chiari RSI

La parola ai 2 milioni e 300 mila soci che dovranno esprimersi in merito entro il 4 giugno. Il Paese intero intanto si è appassionato a un dibattito e a un voto che non hanno paragoni nel resto del mondo.

L'idea che nelle filiali Migros sia venduto alcol sembra però convincere poco gli svizzeri. Secondo un sondaggio di Tamedia delle settimane scorse, il 58% si dice infatti decisamente o abbastanza contrario, mentre il 38% sarebbe favorevole alla novità.

La quota di indecisi si ferma al 4%. In particolare, è la fascia più anziana della popolazione a mostrare scetticismo: fra gli over 65 la percentuale di no raggiunge il 67%. Più l'età scende e più la parte di oppositori diminuisce. Fra i 50 e i 64 anni il 61% non vorrebbe mettere fine a questa tradizione, fra i 35 e i 49 tale tasso cala al 55%, mentre tra i più giovani (18-34 anni) regna l'equilibrio, dato che il 48% è a favore e il 45% contro.

I circa 2,3 milioni di membri delle dieci cooperative regionali Migros hanno tempo fino al 4 giugno per votare su questa misura. Secondo il sito Internet del grande distributore, riceveranno i documenti a inizio maggio. A partire dal 16 del prossimo mese sarà inoltre possibile esprimersi nei supermercati.

Lo spoglio dei voti avrà luogo a partire dal 7 giugno. Migros indica che i risultati saranno verosimilmente noti una settimana dopo. Il divieto di vendere alcol, in vigore da oltre 100 anni, sarà tolto solo se una maggioranza di due terzi si dichiarerà a favore.

Patti Chiari, la trasmissione per i consumatori della Radiotelevisione svizzera ha dedicatto al tema una puntata. Vediamola

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?