Navigation

"Per una Svizzera aperta"

È nata un'associazione a sostegno dei rapporti con l'Unione europea, finanziata da due miliardari bernesi e che riunisce imprenditori, politici di tutti gli schieramenti e personaggi della cultura

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 aprile 2015 - 20:32

Dopo il "Si" all'iniziativa contro l'immigrazione di massa, in Svizzera sono nati diversi comitati, movimenti e gruppi a favore del salvataggio degli accordi bilaterali con l'Unione Europea. Adesso è nato anche VORTEIL SCHWEIZ, ossia "vantaggio svizzera", ed è un'associazione che riunisce imprenditori e politici di vari partiti. E la differenza rispetto agli altri movimenti analoghi è che dietro a Vantaggio Svizzera ci sono due miliardari bernesi pronti a spendere milioni per la sopravvivenza delle intese con Bruxelles.

UDC scettica

La creazione di "Vantaggio Svizzera" è stata accolta con aperto scetticismo dall'UDC. Che giocando sul nome del movimento ha afferma a chiare lettere che le sue proposte porterebbero unicamente a degli svantaggi. Sentiamo il consigliere nazionale zurighese Hans Fehr.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.