Navigation

"Non vogliamo l'accordo con l'Ue"

Lanciato a Berna la campagna contro l'accordo istituzionale fra Berna e Bruxelles. Per il ministro degli esteri svizzero assicurerebbe per contro prosperità al paese

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 agosto 2016 - 20:25

Il comitato che si oppone alla cosiddetta adesione strisciante all'Unione Europea (capitanato dal milionario Christoph Blocher) ha lanciato a Berna la campagna contro l'accordo istituzionale fra Berna e Bruxelles.

Immediata la reazione di Didier Burkhalter: il ministro degli esteri è stato categorico e ha dichiarato che questo accordo è la via migliore per assicurare prosperità in futuro.

L'obiettivo del comitato, presieduto da Christoph Blocher, è evitare la firma di un accordo istituzionale fra Svizzera ed UE per regolare, in futuro, gli accordi bilaterali. Per Blocher, in gioco ci sarebbe la sovranità della Svizzera.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.