Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

"L'albero di Natale? Meglio se locale"



Natale 2015, il confronto tra alberi

Natale 2015, il confronto tra alberi

(RSI/px)

Dai grandi magazzini ai vivai, è boom di abeti (e non solo) naturali e cresciuti in Svizzera

L'alberello di questo Natale lo compro "locale". Sono sempre di più, infatti, le famiglie che preferiscono acquistare abeti cresciuti in Svizzera. Coop ogni anno vende circa 100'000 piccole conifere e di queste quasi il 70% sono di origine nazionale. Il 90% del venduto totale è costituito dalla varietà "Nordmann", il cui prezzo si aggira attorno ai 100 franchi per le taglie più piccole.

"Li facciamo coltivare a Berna da alcuni anni, anche su 'pressione' della nostraclientela — sottolinea Alberto Stierlin, proprietario del vivaio di Muzzano —. Costano di più, ma sono molto più belli perché tagliati due giorni prima". Stierling svela che ogni stagione sono circa trecento i "Nordmanniani" che se ne vanno. "Ma noi offriamo, gratis, anche un servizio di baby sitting", precisa. Una sorta di "cura per il resto dell'anno" offerta alla pianta in vaso, che poi il cliente ritira dodici mesi dopo. Non solo: a Zurigo, in pieno centro, esiste pure un'area coltivata dove chi vuole può servirsi e portarsi a casa il "pezzo" tagliato fresco di giornata e a chilometro zero (vedi servizio del telegiornaleLink esterno).

Ma il ciclo vitale delle piantine non si ferma con il Natale, nel mese di febbraio le società subacquee del Locarnese e del Luganese ne posano a centinaia sul fondale dei rispettivi laghi, affinché il materiale diventi letto per il fregolo del pesce persico e rifugio naturale per gli avannotti di molte specie di pesci.

Le decorazioni naturali, poi, sono nettamente più favorite rispetto a quelle "plasticose". "Quello che piace davvero è variare stile e colori, mentre i clienti rimangono sulla stessa varietà di albero da un Natale all'altro", osserva Ramón Gander, portavoce del grande distributore basilese. Quest'anno sono di moda ilblu reale, il rame e il viola. Secondo il concorrente Migros, invece, bianco, rosso, verde, argento e oro vanno sempre forte, anche se si assiste a un ritorno dei colori pastello.

ATS/px

subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×