Navigation

"I giudizi federali devono essere estratti a sorte"

So solidi basi del Tribunale federale messe in causa dall'iniziativa popolare. © Keystone / Laurent Gillieron

I giudici federali devono venire estratti a sorte invece che essere designati dal Parlamento. In campo i fautori della 'depoliticizzazione' totale della magistratura che hanno lanciato l'iniziativa in votazione il 28 novembre.

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 settembre 2021 - 20:48
tvsvizzera.it/fra

L'iniziativa popolare sottoposta alle urne, "Per la designazione dei giudici federali mediante sorteggio (Iniziativa sulla giustizia)", chiede che in futuro i giudici del Tribunale federale (la massima istanza giudiziaria elvetica) siano designati mediante sorteggio e che il mandato cessi cinque anni dopo l'età ordinaria di pensionamento. Solo in caso di gravi violazioni o malattia spetterebbe all'Assemblea federale intervenire.

I partecipanti al sorteggio verrebbero decisi da una commissione peritale, ancora da fondare. I candidati non verrebbero quindi più scelti dalla Commissione di giustizia. Questa nuova commissione dovrebbe essere indipendente da autorità e partiti.

Per i fautori, i partiti politici nel sistema attuale ignorano la separazione dei poteri. Decidono chi prende posto nel più alto grado di giustizia e i giudici sono membri di partito, con dei veri e propri mandati. In questo modo "i meglio qualificati, senza partito, non hanno possibilità" di diventare giudici del Tribunale federale. La vera competenza in materia "è secondaria".

Nessun rischio per la rappresentanza

Secondo l'imprenditore Adrian Gasser, fra i creatori del testo, non vi è rischio che i giudici non rispecchino più lo scacchiere politico o la rappresentanza dei sessi. Uno studio commissionato al Politecnico federale di Zurigo mostra che l'estrazione a sorte non porterebbe a sconvolgimenti, ha detto ai media.

Oltre il 90% degli svizzeri è senza partito, ha affermato dal canto suo la granconsigliera lucernese Karin Stadelmann (Centro). Oggi molti candidati a un posto presso il Tribunale federale finiscono per iscriversi ad un partito solo per avere una possibilità. Per un ruolo del genere bisognerebbe invece guardare alle competenze.

A giudizio di governo e camere federali, che invitano a respingere l'iniziativa, l'attuale sistema di selezione della classe giudicante funziona però bene in Svizzera e non sono necessari cambiamenti in merito.

Contenuto esterno

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.