Navigation

Tifone nelle Filippine, migliaia di persone in fuga

I primi gravi effetti dei venti fino a 200km/h sono 15 mila sfollati, case scoperchiate, alberi abbattuti e linee elettriche interrotte

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 ottobre 2015 - 18:09

Nelle Filippine migliaia di persone sono in fuga dal tifone Koppu, che si è abbattuto sulle regioni settentrionali del paese. Sono previsti almeno tre giorni di piogge torrenziali, che potrebbero causare inondazioni e frane.

L'arrivo di Koppu è stato annunciato da venti che hanno raggiunto i 200 km/h. I primi gravi effetti del tifone sono stati case scoperchiate, alberi abbattuti e strade e linee elettriche interrotte.

Sono almeno 15 mila le persone sfollate per sicurezza, anche se finora non ci conterebbero vittime ma solo danni.

In tutto il nord intanto sono stati stati sospesi i collegamenti marittimi e cancellati i voli. Fermi anche gli autobus che collegano le località di montagna dove c'è un alto rischio di frane e smottamenti.

Il presidente Aquino venerdì si è rivolto alla nazione allertando la popolazione di seguire le indicazioni delle autorità.

Due anni fa, il devastante tifone Hayian, aveva provocato la morte di oltre 6,000 persone e danni per quasi tre miliardi di dollari.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.