Navigation

Regno Unito, altri avvelenamenti con agente nervino

Due persone sono in condizioni critiche dopo essere state esposte, nel sud-ovest dell'Inghilterra, allo stesso tipo di agente nervino che quattro mesi fa aveva avvelenato l'ex spia russa Sergei Skripal e sua figlia, creando parecchie tensioni tra Londra e Mosca. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 luglio 2018 - 13:32
Contenuto esterno


Due britannici, un uomo e una donna, sono stati ricoverati lo scorso sabato a Amesbury, nel sudovest dell'inghilterra, una cittadina situata a una dozzina di chilometri da Salisbury, dove Sergei Skripal e sua figlia sono stati avvelenati in marzo.

Isolati diversi luoghi visitati dalle due persone avvelenate. Keystone

La polizia aveva dapprima parlato di un incidente legato al consumo di droga, ma mercoledì sera l'antiterrorismo britannico ha annunciato che la coppia è stata esposta allo stesso agente nervino usato su Skripal, il Novichok. 

"Spetterà alla scientifica stabilire se la fonte è la stessa", hanno fatto sapere le autorità britanniche, sottolineando che "nessuna prova" al momento suggerisce che siano stati appositamente presi di mira.

Il segretario per la sicurezza britannica Ben Wallace ha lanciato però un appello alla Russia, intimando di "dire quello che hanno fatto" e a "fornire le indicazioni necessarie" per fare in modo che la salute dei cittadini sia garantita.

Il ministro dell'interno britannico Sajid Javid ha convocato una riunione del comitato di emergenza per discutere del caso. 

La polizia intanto ha invitato gli abitanti di Amesbury a "non raccogliere nulla da terra". "Non sappiamo ancora dove fosse contenuto il nervino questa volta", ha detto il vice commissario della Metropolitan Police, Neil Basu.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.