Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Svolta Fed sui tassi, borse in positivo

La decisione della banca centrale USA, che ha messo fine alla politica del tasso d'interesse zero, è un segnale di fiducia nella ripresa economica

La borse mondiali, Zurigo compresa, marciano tutte in territorio positivo giovedì, dopo la storica decisione della Federal Reserve, la banca centrale statunitense, che mercoledì ha messo fine alla politica dei tassi d'interesse azzerati.

Un primo giro di vite che si traduce in un segnale di fiducia nella ripresa economica in atto dall'altra parte dell'Atlantico. A partire dall'Asia fino all'Europa questa mattina i rialzi sulle borse si situano ovunque tra l'1.5 e il 2.5%.

L'intervento della Fed, che ha alzato i suoi tassi di riferimento di un quarto di punto, a 0,25%, segna la fine di uno straordinario periodo durato 7 anni durante che aveva lo scopo, spiega la presidente della Fed, Janet Yellen, di "sostenere la ripresa dopo le peggiori crisi finanziaria e recessione dalla Grande depressione".

Per Yellen, il costo del denaro dovrebbe continuare a crescere anche nel prossimo anno: "Il processo di normalizzazione dei tassi d'interesse continuerà probabilmente in modo graduale. In ogni caso qualsiasi nuova azione di politica monetaria dipenderà dall'evoluzione dell'economia, i nostri obiettivi sono il pieno impiego ed un'inflazione del 2%".

La mossa della Fed è una buona notizia anche per la Svizzera. Da oggi, i rendimenti degli investimenti in dollari si fanno un po' più interessanti, ciò che potrebbe togliere pressione dalle spalle del franco, sempre troppo forte per le esigenze della nostra economia.

Poco prima di mezzogiorno, il dollaro guadagnava più di mezzo punto percentuale nei confronti del franco.

subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×