Navigation

Spagna, aperto il processo all'infanta Cristina

Cristina di Borbone, sorella del re Felipe VI, è accusata col marito di frode fiscale e riciclaggio; lo scandalo contribuì all'abdicazione di Juan Carlos

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 gennaio 2016 - 14:22

In Spagna si è aperto lunedì mattina il processo a Donna Cristina di Borbone, sorella del re Felipe VI, accusata con il marito di frode fiscale e riciclaggio.

Per la prima volta, dall'instaurazione della monarchia parlamentare negli anni ‘70, sul banco degli imputati siede un membro della famiglia reale.

Per la giustizia spagnola Cristina -l'infanta, figlia di Juan Carlos e sorella dell'attuale re- è la principale complice del marito, Ignaki Urdargarin, ex-olimpionico di pallanuoto, al centro di un'inchiesta per riciclaggio e malversazione di fondi pubblici per 6 milioni di euro.

"Mi sono sempre fidata di lui e non mi sono mai occupata dei suoi affari" ha detto l'infanta, che ora rischia 9 anni di carcere.

Quello che si è aperto questa mattina è uno dei processi più emblematici del Paese, uno scandalo esploso nel 2010 che ha fatto tremare la casa reale spagnola, contribuendo all'abdicazione di re Juan Carlos a favore del figlio Felipe.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.