Navigation

Sicilia, in arrivo 12 barconi

Una nave della Marina Militare italiana con decine di profughi a bordo foto Marina Militare

Barche e gommoni soccorsi nelle acque a sud di Lampedusa. Sbarcatati centinaia di migranti a Pozzallo

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 febbraio 2015 - 18:00

Il Centro nazionale di soccorso della Guardia Costiera italiana a Roma è stato impegnato domenica pomeriggio nel coordinamento dei soccorsi ad almeno dieci-dodici barconi giunti a circa 100 miglia a sud dell'Isola di Lampedusa. Non si fermano infatti le partenze dei migranti in fuga dal paese, dove l'avanzata dell'IS è giunta fino a Sirte.

Non è ancora chiaro se si tratti di imbarcazioni o di gommoni che sono in mare con clandestini a bordo e per i guardiacoste è quindi prematuro quantificare le presenze. Nella zona sono intervenuti due natanti pattugliatori e diverse motovedette della Guardia di Finanza italiana, un pattugliatore maltese e una nave della Marina Militare di Roma.

Intanto a Pozzallo, in provincia di Ragusa, sono sbarcati 280 migranti, tra cui un giovane centrafricano ferito dai trafficanti di profughi che, stando a quanto ha detto alla polizia, gli avrebbero sparato per farlo salire a bordo.

Red. MM/ATS/AGI/EnCa

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.