Navigation

Petrolio, da gennaio più caro

I paesi OPEC trovano un'intesa sul taglio della produzione. Negli ultimi anni dopo aver toccato anche i 140 dollari al barile, la quotazione del greggio è scesa fino a 27 dollari

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 dicembre 2016 - 20:21

Prezzo del petrolio in crescita anche oggi sui mercati mondiali dopo il taglio all'estrazione annunciato ieri a Vienna dai 14 membri dell'OPEC, la principale organizzazione di paesi produttori. La riduzione di un milione e duecentomila barili al giorno sarà effettiva da gennaio. Si tratta del primo abbassamento dell'offerta deciso dall'OPEC negli ultimi otto anni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.