Navigation

Orlando, coinvolta anche la seconda moglie del killer

La donna, di origine afghana, avrebbe ammesso davanti agli inquirenti di essere stata a conoscenza delle intenzioni del marito e di aver provato a fermarlo, ma senza avvisare la polizia

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 giugno 2016 - 12:52

Le indagini coinvolgono anche la seconda moglie del killer: la donna avrebbe infatti ammesso di essere stata a conoscenza dei piani di Omar Mateen e di averlo persino accompagnato nel negozio di armi dove l'uomo ha acquistato il potente fucile usato per compiere la carneficina.

Ora potrebbe essere arrestata per non aver dato l'allarme.

La toccante testimonianza di un sopravvissuto alla strage: Angel Colon. Il giovane si è presentato davanti alla stampa assieme ai medici che lo hanno salvato, rivivendo quella terribile notte

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.