Navigation

Monaco, il bullismo causa della strage

Il killer progettava di sparare sulla gente da un anno

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 luglio 2016 - 20:29

Aly Sonboly, il killer di Monaco, preparava la strage da un anno. Lo hanno rivelato gli inquirenti che stanno scavando nel passato del 18enne. Ali ha lasciato degli scritti, una specie di testamento, che forse chiariranno ulteriori dettagli. Quello che è piuttosto certo è che il giovane abbia agito per vendetta perchè vittima di bullismo. Tra le persone uccise, comunque, non c'era nessuno che il ragazzo conoscesse personalmente. Ha colpito a caso -spiegano gli psicologi- per colpire tutti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.