Navigation

Il presidente cinese Xi Jinping in Tibet

Contenuto esterno

Malgrado sia arrivato mercoledì all'aeroporto di Nyingchi Mainling, nel sudest del Tibet, la visita di Xi Jinping è stata menzionata nei media ufficiali solo due giorni dopo, essendo la prima del genere da parte del leader del Paese in più di tre decenni. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 luglio 2021 - 13:58
tvsvizzera.it/fra con Keystone-ATS

Xi ha visitato il Tibet due volte: la prima nel 1998 come capo del partito della provincia del Fujian e la seconda nel 2011 come vicepresidente. L'ultimo presidente cinese a visitare la regione è stato Jiang Zemin nel 1990.

Pechino vede lo sviluppo economico e sociale come un antidoto contro il malcontento in Tibet, dove molti ancora venerano il Dalai Lama, il leader spirituale in esilio, e lamentano l'afflusso di turisti e coloni cinesi. Negli ultimi decenni in Tibet sono scoppiate proteste sporadiche, tra cui alcune autoimmolazioni da parte di monaci nel cuore di Lhasa e grandi proteste contro il dominio cinese nel 2008, che hanno causato molti morti.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.